Fiore di sangue di Crystal Smith – Review Tour

Fiore di sangue è un romanzo scritto da Crystal Smith pubblicato da Mondadori. Questo è il primo libro di una serie fantasy che parla di magia, regni in guerra e distruzione. Il seguito uscirà presto in lingua e spero arrivi in Italia il prossimo anno così dal proseguire la storia senza interruzioni. Potete acquistare il libro su Amazon cliccando il seguente link: https://amzn.to/2RbGMYS.

VOTO: 3,5⭐

TRAMA

Quella di Aurelia di Renalt non è per niente una vita da principessa delle favole. Dotata di poteri straordinari, è costretta a nasconderli perché nel suo regno la legge vieta il ricorso alla magia e il Tribunale, un’istituzione speciale assetata di sangue, punisce spietatamente chiunque venga accusato di stregoneria o sorpreso a praticarla. Il suo destino, inoltre, è di sposarsi con un ragazzo che non ha mai incontrato di persona, principe ereditario del Regno di Achlev, per assicurare una pace duratura tra quest’ultimo e il suo regno. Quando però il suo segreto viene svelato, Aurelia è costretta a scappare dal palazzo. Sola e alla deriva, giunge in un nuovo regno, dove insperatamente ha la possibilità di ricominciare da zero. Fingendosi una comune suddita, infatti, per la prima volta da quando è nata può affrontare la sua vita in totale libertà. Qui finalmente scopre la felicità che un’esistenza lontana dagli intrighi politici e dai compromessi può regalare. Qui può mettere a frutto l’oscura magia che le scorre nelle vene e che la lega a una misteriosa e potentissima pianta chiamata sanguefoglia. Ma i fantasmi del passato non la lasciano in pace a lungo. Infatti, nel momento in cui verrà a conoscenza di un piano nefasto del Tribunale che minaccia l’esistenza stessa del suo regno, dovrà scegliere tra la sua nuova vita e quella che pensava di essersi lasciata alle spalle. Con la certezza che se non riuscirà ad agire prima che il Tribunale faccia la sua ultima mossa potrebbe perdere ben più della corona. “Fiore di sangue” è un romanzo dalle tinte cupe, un fantasy nel quale si intrecciano sensualmente magia, amore e intrighi.

RECENSIONE

Fiore di sangue è un retelling della fiaba La ragazza delle oche dei fratelli Grimm. La storia ricorda quella della fiaba per diversi aspetti, ma se ne distanzia a poco a poco.

Il libro narra le vicende di Aurelia, una principessa che possiede la magia in un regno dove le streghe vengono condannate a morte. Per salvarsi la vita viene costretta a partire verso il regno in cui vive il suo promesso sposo, il principe Valentine. Durante il viaggio però provano a ucciderla e un’altra ragazza si appropria della sua identità. Costretta a viaggiare in povertà Aurelia entrerà nel regno dell’ormai ex promesso sposo, affronterà varie minacce accanto a nuove conoscenze e combatterà per la salvezza del suo mondo.

La storia è interessante e la cover molto bella. Questi sono due dei motivi per cui ho deciso di leggere il romanzo. Se, però, non avessi partecipato a questa iniziativa al riguardo probabilmente lo avrei abbandonato conclusa la prima parte. Fortunatamente ho dovuto proseguire e alla fine mi sono appassionata al racconto.

La prima parte è lenta nella lettura, veloce nei fatti, confusionaria nelle vicende. Queste sono caratteristiche che solitamente mi spingono a chiudere un libro e passare al successivo. Alla fine però ho stretto i denti e proseguito con la seconda parte e questa si è rivelata tutto ciò che avrei voluto trovare dall’inizio. La trama migliora pagina dopo pagina, fino a diventare una storia impossibile da mettere giù. Questa seconda parte ha fatto nascere in me il desiderio di proseguire la lettura, assistere ai colpi di scena, sapere di più sui personaggi e sulla loro storia. Sostanzialmente è come avrebbe dovuto essere tutto il romanzo. C’è anche una terza parte ma dato che contiene la conclusione di quella non parlo.

La storia è interessante e originale, anche se in apparenza non sembra. Ha dei bei personaggi e una trama intricata. Il problema numero uno del libro, secondo me, è il fatto che spesso racconti le scene invece che mostrarle, facendo quindi assistere passivamente agli eventi, anziché coinvolgere i lettori. Se avesse bilanciato di più questo aspetto scommetto che il romanzo sarebbe stato coinvolgente sin dall’inizio.

Ho cambiato talmente tanto opinione una volta raggiunta la metà del libro all’arrivare persino desiderare di avere il seguito a portata di mano. Sono sicura che a molti lettori questo romanzo possa piacere, se invece alcuni lettori sentono il bisogno di mettere giù la lettura consiglio loro di proseguire almeno fino alla metà e di decidere allora cosa fare.

Buona lettura,
Caty

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...