LE STORIE DEL MESE: NOVEMBRE 2019

Siamo arrivati all’ultimo mese dell’anno e non posso credere di essere stata capace di continuare questa serie fino alla fine, a differenza dell’anno scorso. Parlando di ciò che ho guardato a novembre posso dire di aver esagerato, ho recuperato tantissime cose, forse un po’ troppe, ma sono felice di averlo fatto. Iniziamo!

FILM

Hot Fuzz
Voto: 3⭐
La mia opinione:
A quanto pare questo film ha avuto un grosso impatto nel mondo cinematografico e io non ne conoscevo nemmeno l’esistenza. Tratto da una serie di fumetti Hot Fuzz è una sorta di parodia dei film sulle coppie di poliziotti. Carino e strano, ma non il mio genere. Mio papà invece si è divertito moltissimo, ha trovato un film che fa proprio al caso suo. Il cast è stato inaspettatamente famoso.

Una spia e mezzo
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Questa è un’altra commedia che ha al centro un duo. Nel film però abbiamo un civile e un agente delle CIA che finiscono con il dover affrontare di tutto per evitare che qualcosa di importante finisca nelle mani sbagliate. È divertente ed esagerato.

Let it snow
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Secondo me questo è un film molto carino per aprire la stagione natalizia, secondo mia sorella nulla di speciale. Il mio giudizio penso sia stato influenzato dal ricordo che ho del libro, quando vedevo una scena mi tornava alla mente il romanzo e mi emozionavo. Mi è piaciuto come le storie si siano alternate e alla fine incrociate, adoro l’atmosfera invernale e le decorazioni natalizie. Ci sono diversi attori che conosciamo per altri ruoli ed è stato bello vederli vestire panni diversi.

Iliza – Unveiled
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Questo speciale comico Netflix mi è piaciuto più del precedente di Iliza che ho visto qualche mese fa. Nell’oretta che ha a disposizione la comica parla del matrimonio e della luna di miele, di femminismo e delle critiche via social o blog. È uno speciale semplice, ma che funziona e mette di buon umore. Questa volta il fatto che facesse le voci non mi ha dato fastidio e, al contrario, mi ha coinvolta di più nelle scenette.

Le sorelle
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Una commedia con protagoniste Amy Poehler e Tina Fey che interpretano due sorelle incapaci di comportarsi da adulte. Mi ha divertita molto vederle coinvolte in tante assurdità e ho apprezzato tanto il rapporto realistico che hanno creato. Sembravano veramente due sorelle con un passato di tradizioni e un linguaggio tutto loro.

Benvenuti a Zombieland
Voto: 5⭐
La mia opinione:
Ho rivisto il mio film di zombie preferito e ho realizzato che molte delle mie regole in caso di invasione zombie vengono proprio da qui. Me lo ero scordato, ma ho adorato rivedere i 4 protagonisti e riscoprire una storia che avevo in parte dimenticato. Dovrebbero realizzare più film così, ce ne sono veramente troppo pochi. Per chi lo volesse rivedere il film è disponibile su Netflix!

Zombieland – Doppio colpo
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Ovviamente non potevo evitare di guardare anche il seguito del grande classico. A distanza di 10 anni i 4 protagonisti tornano e questa volta interagiscono con altri sopravvissuti. Le nuove aggiunte mi sono piaciute e le assurdità di certo non sono mancate. Gli scontri non raggiungeranno mai la scena epica del parco divertimenti ma in questo film è stata messa in piedi una battaglia veramente unica e assurda.

Un cavaliere per Natale
Voto: 3,5⭐
La mia opinione:
Visto due volte, per necessità non per altro e devo dire che sono contenta delle reazioni che ha provocato in chi lo guardava con me. Personalmente non mi ha emozionato tanto quanto agli altri ma questo è dovuto più alla regia che alla storia. La trama infatti mi è piaciuta molto, avrei solo rifinito un po’ alcuni dettagli, inquadrature o scene sparse dando una maggiore fluidità alla storia. Con i film Netflix vado sempre sul tecnico ma non riesco ad evitare, so che potrebbero essere perfetti con solo qualche lavoretto in più.

Finché morte non ci separi (Ready or not)
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Appena ho visto il trailer la scorsa estate questo è finito nella lista di quelli assolutamente da vedere. Ora l’ho recuperato e MAMMA MIA! Non è un capolavoro ma di certo è davvero di intrattenimento. La protagonista è Adam Brody sono stati magnifici, gli altri personaggi un po’ meno ma perfettamente nel ruolo. Se non fosse stato per il finale assurdo e poco spiegato avrebbe meritato il punteggio massimo. Comunque l’ultima battuta ha salvato decisamente questa parte finale.

Jenny Slate – Stage Fright
Voto: 2,5⭐
La mia opinione:
Conoscevo Jenny nel ruolo di attrice (Gifted) e per essere una ex fidanzata di Chris Evans. È brutto attribuire ad una donna solo la nomenclatura di fidanzata ma è effettivamente il motivo per cui lei è entrata nel mio radar. In questo speciale comico non sapevo cosa aspettarmi, decisamente qualcosa di divertente e che mi lasciasse di buon umore. Per quanto sia ottimo il contenuto non è stato veramente uno speciale comico, bensì un film intervista sulla vita dell’attrice alternato a qualche battuta. Se fosse stato solo il film sulla sua vita avrei dato un punteggio molto alto, se fosse stato solo uno speciale lo avrei giudicato di conseguenza valutando le battute e il mio livello di gradimento. Il fatto che unisca le due cose mi ha lasciata interdetta e ho deciso quindi di dare esattamente la metà del punteggio. Jenny è una persona divertente ma non ho capito se come comica sia in grado di farmi ridere. È una donna forte che è cresciuta in una casa di periferia e ha attraversato un duro divorzio uscendone a testa alta. Vi consiglio di guardarlo se volere conoscere qualcosa in più sull’attrice, altrimenti non penso che possa interessarvi.

SERIE

Young Sheldon (stagione 2)
Voto: 4,5⭐
La mia opinione
: La seconda stagione di Young Sheldon, come la prima, è divertente, semplice e nostalgica. Ora che si è conclusa la serie principale è solo così che possiamo seguire le avventure di Sheldon Cooper. Missy, la sorella gemella, è il mio personaggio preferito, adoro lei e adoro anche gli altri membri del clan dei Cooper. Dovete vederla se ancora non lo avete fatto, può piacere anche a chi non è mai interessato The Big Bang Theory.

Criminal Minds (stagione 13 e 14)
Voto: 3,5⭐
La mia opinione:
UDITE, UDITE! Ho recuperato tutti gli episodi di Criminal Minds! Mi vien da piangere e ridere fino a star male. Dopo più di un anno ho finalmente raggiunto la fine della quattordicesima e penultima stagione. Adoro i personaggi e, anche se ci sono stati più bassi che alti in queste due ultime stagioni, la SVU rimarrà sempre la mia preferita. Non vedo l’ora che vada in onda anche la quindicesima, sarà difficile dire addio al team ma è arrivato il momento. Hanno incominciato a riciclare vecchie trame, cosa che odio, quindi è giusto che finisca.

Insatiable (stagione 2)
Voto: 3⭐
La mia opinione:
Questa rientra sicuramente nella top 10 delle serie trash su Netflix. La seconda stagione è più insensata della prima, ci sono tanti problemi e momenti talmente assurdi che ti fanno fare due domande sulla tua sanità mentale oltre che su quella dei personaggi. Il fatto che affronti anche temi importanti legati al rapporto con il cibo però lo apprezzo tantissimo. Nella sua stranezza riesce in qualche modo ad essere educativa.

Daybreak (stagione 1)
Voto: 3⭐
La mia opinione:
L’applicazione su cui segno le serie mi ha dato un premio per averla vista tutta appena caricata e penso di essermelo proprio guadagnato. Questa è una serie Netflix postapocalittica in cui gli adulti sono diventati goblin se non erro e i ragazzi sono gli unici sopravvissuti. Mi piace come è stata girata, con i personaggi che parlano direttamente alla telecamera e gestiscono loro le riprese per mostrare ciò che vogliono. Il contenuto in sé è assurdo ma interessante. Sicuramente guarderò una seconda stagione se mai ci sarà. Il protagonista poi mi sembrava familiare a prima vista e effettivamente lo conosco dai suoi primi ruoli, lui infatti interpreta Sam Winchester da bambino in Supernatural e ha recitato anche in Under the Dome. 

Atypycal (stagione 3)
Voto: 3,5⭐
La mia opinione:
Questa è una serie che tutti devono vedere, è semplice e divertente, ma anche profonda e intensa. L’ultima stagione mi è piaciuta un po’ meno delle precedenti ma resta comunque bellissima. I personaggi sono cambiati molto e continuano a crescere in ogni episodio, non vedo l’ora della quarta, dovrò aspettare un anno o più e non so se ce la posso fare. Guardatela! 

The end of the fucking world (stagione 2)
Voto: 3⭐
La mia opinione:
La seconda stagione è totalmente diversa dalla prima, i personaggi sono cambiati moltissimo e snaturati a mio parere. Forse è per questo che non l’ho bocciata. Per quanto sia differente dalla prima (che mi aveva lasciata interdetta ma non mi aveva fatto totalmente schifo) ho apprezzato l’evoluzione della trama e la particolarità della storia. 

American Horror Story (stagione 9)
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Finalmente una stagione di AHS che mi è piaciuta dall’inizio alla fine! Ci sono voluti solo 5 anni. Questa stagione è un inno agli anni 80, alla sua musica, alla moda e ai film slasher, ma anche ai molteplici serial killer che hanno terrorizzato la popolazione. C’è tanto trash e tante scene splatter, ma nonostante tutto secondo me l’insieme ha funzionato. La recitazione in alcune scene è stata pazzesca, in un episodio Lily Rabe è stata magnifica, una performance da premiare. Tutti a loro modo sono riusciti a mettersi in mostra, quindi direi che la scelta del cast è stata azzeccata. Ero preoccupata sopratutto data l’assenza della triade della serie (Sarah Pulson, Evan Peter e Jessica Lange) ma per fortuna non sono rimasta delusa un’altra volta. Il filo conduttore secondo me è molto presente. Ho letto tanti che si sono lamentati per tutte le scene random, ma credo che ogni cosa sia stata messa per un motivo. Ho colto i sottili riferimenti ad altre stagioni e sono sicura che nella sua ultimissima decima stagione ogni mistero verrà rivelato.

RuPaul’s Drag Race UK
Voto: 3,5⭐
La mia opinione:
Ho impiegato un paio di episodi prima di abituarmi ai diversi accenti e capire quello che dicevano le Queen ma alla fine ci sono riuscita. Secondo me questa prima stagione britannica è stata molto simile alla prima americana. Le Drag non sono super polished e perfette, non sono acrobate o ballerine esperte, sarte bravissime o grandissime intrattenitrici. Ma hanno tanto talento. Sfortunatamente hanno eliminato una dopo l’altra quelle che mi piacevano di più e alla fine la mia preferita non ha vinto. Avevo previsto la vincitrice già dall’inizio e tutto è andato in quella direzione. Inoltre la terza classificata, per quanto simpatica, avrebbe dovuto essere eliminata parecchi episodi prima. 

RuPaul’s Drag Race All Stars (Stagione 1 e 2)
La mia opinione:
Ho recuperato le stagioni di All stars che ho in arretrato. La prima è stata stranissima e non penso di poterla valutare dato che ne avevo già visto un pezzo a luglio. Grazie al cielo hanno eliminato le coppie dopo questa stagione. Nella seconda avrei voluto una vincitrice diversa, mi è piaciuto però un sacco il cast che hanno scelto.

Brooklyn 99 (stagione 5)
Voto: 4⭐
La mia opinione:
Ho rivisto la quinta stagione in italiano su Netflix e mi ha emozionata come la prima volta. Il finale è sempre il top. La sesta per me non è stata all’altezza di questa e delle precedenti ma sono in attesa di vedere la settima e scoprire se è cambiato qualcosa. 

Tales of the City, More Tales of the City, Further Tales of the City
La mia opinione:
Stavo iniziando la nuova stagione di questa serie ignorando chi mi consigliava di guardare con ordine le prime stagioni degli anni novanta (forse la prima risale persino agli anni settanta ma al momento non ne sono certa) e quella del duemila, ma dopo il primo episodio ho deciso di ascoltare i consigli e tornare indietro. Non posso dare un punteggio perché è vecchia e girata quindi con qualità inferiore rispetto alle serie moderne, non voglio giudicarla per quello. Bensì voglio concentrarmi sulla trama.Questa serie è un omaggio al mondo LGBTQIAP+, contiene tanta rappresentazione in un’epoca in cui c’era veramente poca accettazione da parte della società dell’identità sessuale delle persone. I personaggi sono accumulati dal fatto che vivono in un complesso di appartenenti gestito da una signora che fa un po’ da mamma ai suoi inquilini. Ci sono cameo di attori oggi famosissimi e un po’ di mistero. Guardandola sto imparando moltissimo di un periodo storico in cui non ho vissuto. Mi dispiace solo per i recast, alcuni attori hanno cambiato volto o abbandonato la serie tra una stagione e la successiva.

Queer Eye – We are in Japan
Voto:
5⭐
La mia opinione:
Adoro i Fab5 sempre di più. Vederli interagire con un’altra cultura è stato divertente oltre che d’ispirazione. Spero che prima o poi vengano anche in Italia e che qualcuno mi candidi così dal poterli conoscere (e avere un nuovo guardaroba, un nuovo look, imparare una ricetta, acquisire maggiore self-confidence e avere una stanza più bella e funzionale).

Le serie che ho iniziato e che devo ancora proseguire:
– Nancy Drew (prima stagione): Quasi nessuno la sta guardando ma secondo me potrebbe diventare molto popolare. È un mix tra Riverdale, Sabrina e Pretty Little Liars. Punta molto sull’horror e sul sovrannaturale. Non mi aspettavo la piega che ha preso ma sono curiosa di conoscere il finale. 
– The good doctor (terza stagione): Sono cambiate molte cose, alcune in meglio e altre in peggio. Un personaggio che non sopportavo è diventato il mio preferito, ho ship molto forti e tante speranze per il proseguio della serie. Da vedere assolutamente!
– Batwoman (prima stagione): Quando l’ho iniziata confesso che pensavo di odiarla. Stranamente però mi sta piacendo molto, più delle altre mandate in onda sul network. All’inizio le scene di lotta erano un po’ troppo “recitate”, nel senso che si vedeva la finzione e questo riportava alla realtà facendo uscire involontariamente dalla storia, ora invece sono più fluide. Il mio personaggio preferito è Alice, che recita in maniera favolosa. 
– Modern Family (Ultima stagione): Gli autori stanno dicendo addio ad ogni cosa di questa serie mentre raccontano le ultime vicende della famiglia. È triste ma necessario. Mi piace come stanno concludendo quasi tutte le trame e stanno richiamando i momenti più belli e divertenti del pasaato. 
– The Flash (quinta e sesta stagione): Sono in pari con Flash dopo anni. La quinta stagione è decisamente migliore della precedente che aveva avuto un calo terribile nella qualità della trama. Nella sesta però hanno incominciato a ripetere cose già viste quindi penso che debba concludersi nonostante sia difficile per me dire addio ad alcuni dei miei personaggi preferiti. Da notare che sono tornata a detestare Iris, avevo quasi smesso di farlo ma è durato ben poco. La dottoressa Snow e Frost invece sono magnifiche e vorrei seguirle per quasi tutto l’episodio, lasciando l’altra metà a Cisco. L’attore che interpreta i Wells è eccezionale e penso debbano dargli qualche premio per il quantitativo di personaggi che riesce a mettere in scena in un unico episodio. 
– Supergirl (quinta stagione): Per quanto mi piaccia ora Supergirl, sopratutto rispetto alla prima stagione, ci sono diverse cose che non vanno. Dovrebbero tagliare tutte le parti su J’onn che trovo totalmente inutili e non perdersi nella trama. Mi da fastidio tantissimo che sembra si scordino di personaggi del passato (come la cattiva della terza stagione e la figlia. Hanno tanto insistito sul girl group, la famiglia, ecc e ora non sembra che siano mai esistite). Apprezzo però la recitazione di Lena e una delle ultime scene con Kara, incredibile. 
– High School Musical: The Musical: The series (prima stagione): Ho visto due episodi e non so nemmeno come commentare. Il fatto che mi siano piaciuti è preoccupante, ma forse è la dodicenne che è in me a rendermi impossibile di ordinare qualsiasi cosa collegata a High School Musical. Vorrei che cantassero di più ma in 20 minuti è già tanto che riescano a inserire una canzone ad episodio. Il protagonista a maschile ha tanto potenziale e potrebbe seguire le orme di Zac un giorno se non si lascia sfuggire l’occasione. 
– Shameless (decima stagione): no comment per ora.

Questo è tutto gente!

Buona visione,
Caty


2 risposte a "LE STORIE DEL MESE: NOVEMBRE 2019"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...