Reader Problems Book Tag

Buongiorno lettori!

Oggi voglio fare un Book Tag che ho visto questa mattina su Youtube. È il Reader Problems Book Tag ossia delle domande che riguardano i problemi dei lettori. Chi pensa che abbiamo vita semplice certamente non sa di cosa stia parlando. Dobbiamo affrontare tornadi di emozioni, imparare a conoscere mondi totalmente nuovi, leggere nomi impronunciabili, termini che non appartengono a nessuna lingua conosciuta e attendere anni per dei sequel. I nostri problemi sono ben più di undici, ma iniziamo a parlare di questi. Chiunque voglia rispondere al tag si consideri a sua volta taggato da me.

Cominciamo!

1. Hai ventimila libri nella TBR (listadei libri da leggere). Come fai a decidere quale sarà il prossimo libro che leggerai?

Iniziamo con le domande difficili. Solitamente faccio una lista mensile con dei titoli ma non la rispetto quasi mai. Sono una mood reader, cioè leggo basandomi sul mio umore. Questo è molto diffuso nel mondo dei lettori, ma anche un po’ strano per chi non appartiene alla categoria. Personalmente a me capita di svegliarmi felice e di voler prendere in mano una storia d’amore, di cambiare improvvisamente umore e passare ad un thriller per poi addentrarmi, qualche ora dopo, in un fantasy. Non ho problemi a leggere più storie contemporaneamente dedicando abbastanza attenzione ad ognuna dato che in quel determinato momento è tutto ciò di cui ho bisogno. Sono impulsiva e per questo non rispetto più di tanto le TBR, ma almeno ci provo.

2. Sei a metà di un libro e non ti sta piacendo affatto. Lo abbandoni o lo finisci?

Fino a qualche anno fa concludevo ogni cosa, persino a costo rimanere sveglia tutta la notte o leggere un solo libro per tutta l’estate. Ora sono cambiata molto e preferisco abbandonare una lettura. Se non mi piace la metto giù, potrei sempre darle una seconda possibilità se sento commenti positivi a riguardo ma in genere non capita. Se è un libro che ho richiesto personalmente ad una Casa Editrice però mi impongo di finirlo, voglio essere corretta e dare la mia opinione dato che mi è stata gentilmente fornita una copia digitale o cartacea omaggio.

3. Si avvicina la fine dell’anno e tu sei lontana dal raggiungere il tuo obiettivo nella challenge dei libri da leggere su Goodreads. Cerchi di recuperare? Come?

La prima e la seconda volta che ho partecipato alla Challenge mi sono ritrovata a dicembre con diversi libri ancora da leggere per raggiungere il mio obbiettivo e ho finito con il leggere romanzi brevi negli ultimi giorni di dicembre o persino novelle la sera di Capodanno prima dello scoccare della mezzanotte. Questo però non è molto salutare e infatti ora scelgo sempre un obbiettivo che so di poter raggiungere a metà dell’anno, così mi sento libera e non mi stresso inutilmente.

4. Le cover di una serie che ami hanno uno stile diverso. Come superi questa cosa?

Per quanto ami avere libri tutti dello stesso formato mi succede spessissimo di avere tutte edizioni diverse. Non ho problemi a separare le serie e quindi mettere i romanzi in flessibile da una parte e in rigida dall’altra, però una parte di me li vorrebbe tutti insieme. Comprando molti libri usati e approfittando di edizioni vecchie riesco a risparmiare e magari riuscire ad acquistare più di un libro solo alla volta, se per questo devo avere romanzi con stili diversi così sia.

5. Tutti amano un libro che a te proprio non piace. Con chi condividi le tue impressioni riguardo a quel libro?

Se ancora non ve ne siete resi conto sappiate che c’è sempre qualcuno che ha odiato un libro tanto quanto voi, basta trovare quella persona e condividere i propri pensieri per togliersi un peso. Io grazie al blog e ad Instagram riesco sempre a sfogarmi e a trovare chi comprende il mio punto di vista. Il mondo è bello perché vario e ognuno ha la sua opinione.

6. Stai leggendo un libro in pubblico e ti viene da piangere. Come ti comporti?

Chiudo immediatamente il libro e interrompo la lettura. Mi è successo e so che mi succederà ancora, sono emotiva e non posso farci niente. Mi capita più spesso però il contrario, quando devo ridere non mi trattengo più di tanto e faccio figuracce davanti a completi estranei, ma sinceramente non me ne preoccupo, anzi spero di stimolare la loro curiosità spingendoli a leggere ciò che ho in mano.

7. Il nuovo volume di una serie che ami è appena uscito, ma hai dimenticato quasi tutto del volume precedente. Rileggi il libro precedente? Passi direttamente al successivo? Cerchi la trama su Goodreads? Piangi disperatamente?

Mi capita spessissimo perché più cose ho da leggere e più è facile che interrompa una serie fino a data da destinarsi. Ci sono rarissimi casi in cui riesco a trovare il tempo per rileggere il precedente, l’ho fatto con Tenebre e Ghiaccio di Leigh Bardugo quest’anno e con Raven Boys in passato. Proprio in questi giorni però ho deciso di proseguire una serie e per farlo ho letto un riassunto completo del libro precedente, ci sono siti americani che fanno questo per aiutare noi lettori e ne ho approfittato. Se è passato meno di un anno mi basta anche solo rileggere la trama, guardare la mia recensione o quella di qualcun altro per proseguire con tranquillità. Credo che ogni sequel dovrebbe contenere almeno una pagina di riassunto all’inizio così dal semplificare la vita a noi lettori.

Non vuoi che nessuno, NESSUNO, prenda in prestito i tuoi libri. Come fai a dire di no alle persone quando ti chiedono in prestito un libro?

Io presto spesso libri e impongo sempre tre regole: 1. Non piegare gli angoli delle pagine. 2. Non leccarsi le dita per girare la pagina (eh sì, c’è veramente gente che lo fa con i libri degli altri). 3. Non rovinare il libro. Se una persona accetta queste condizioni allora solitamente presto. Ci sono romanzi però che non darò mai a nessuno e in quei casi lo dico chiaro e tondo. Mi è capitato che perdessero dei miei libri o che mi tornassero rovinati, in questi casi cerco di farmene una ragione e dico no alle richieste successive.

9. Blocco del lettore. Nell’ultimo mese hai preso in mano e abbandonato cinque romanzi. Come fai a uscirne?

Ultimamente prediligo il cambio genere, se sento che sto per cadere in blocco cambio totalmente genere, anche leggendo solo il primo capitolo di vari romanzi, finché non comprendo di cosa ho voglia. Oppure interrompo qualsiasi lettura per qualche giorno e maratono una serie tv o web. Immergermi in una storia in questo modo mi permette di liberare la mente e di far tornare la voglia di altro. Ascolto anche tantissimi audiolibri che mi permettono di leggere con l’udito (che cosa strana da scrivere) e di fare altro allo stesso tempo. Ci sono un sacco di libri che mi avrebbero mandato in blocco negli ultimi tre mesi se non fosse stato per l’audiolibro.

Stanno per uscire moltissimi libri che muori dalla voglia di leggere. Quanti ne compri effettivamente?

Grazie al blog ho la fortuna di poter avere copie omaggio dagli editori che mi permettono di diminuire la lista dei libri da comprare. Di solito cerco di acquistare solo un paio di nuove uscite e di prendere gli ebook per le altre, da recuperare poi in cartaceo quando ho qualche buono sconto o quando ho i periodi di acquisti folli dove accumulo una quindicina di libri in un mese.

Dopo aver comprato dei libri che morivi dalla voglia di leggere, quanto devono veramente aspettare sul tuo scaffale prima di essere letti?

AHAHAHAH. Questa risata è gentilmente offerta dalla mia libreria. Mi succede di continuo, acquisto un libro che muoio dalla voglia di leggere, lo metto sullo scaffale e lì rimane per tempo immemore. Questo accade in parte perché mi sento di dover dare la precedenza a certi libri piuttosto che ad altri e in parte perché ho molti impegni e finisco con il rimandare ancora e ancora fino a quando non finisco quello che ho in lettura, ma a quel punto compro altro e non so cosa iniziare e quindi piuttosto che scegliere tra due prendo un terzo libro che non avevo nemmeno in TBR. Per cercare di uscire da questa spirale autodistruttiva ho scritto una lista con i libri che ho non letti (solo quelli che ho in stanza e non quelli che ho negli scatoloni perché ho finito lo spazio). Grazie a questa lista sono riuscita a scendere a 71 romanzi, ero partita da oltre un centinaio e i più vecchi ora penso risalgano al 2016.

Finito! Ora mi è venuta voglia di acquistare qualcosa di nuovo, sono senza speranza. Fatemi sapere come rispondereste alle domande.

Buone letture,

Caty


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...