LE STORIE DEL MESE: GIUGNO 2019

Nuovo mese, nuove storie. Giugno è stato ricco di episodi di serie e film, alti e bassi. A causa della sessione di esami in questo periodo guardo moltissime cose per distrarmi e scaricare l’ansia e lo stress dopo una lunga giornata di studio. L’aspetto positivo è che ho trovato nuove serie preferite, ho imparato qualche parola in una nuova lingua e ho concluso alcuni capitoli della mia vita da spettatrice.

PhotoGrid_1562066988925


 

FILM

  • Finché forse non vi separi
    Voto: 2,5⭐
    La mia opinione: Come commedia romantica in generale è carina. Ho apprezzato il fatto che ci fosse rappresentazione della comunità asiatica e autoironia da parte degli attori. Non è però un film che rivedrei, né che costringerei altri a guardare. Quando un film, in particolare una commedia romantica, mi piace sul serio non solo lo rivedo io nel giro di un mese, ma obbligo almeno una ventina di persone a guardarla per poter condividere con loro l’esperienza, senza contare i lettori qui sul blog e chi mi segue sui social. Questo succede però con quei film che mi conquistano in tutto e per tutto. Il problema di Finché forse non vi separi è il fatto che risulti divertente ma non troppo, carino ma non bello. Secondo me questo è dovuto al fatto che non si siano soffermati sulle battute, le abbiano dette troppo in fretta e senza lasciare lo spazio per assorbirle. Ve lo spiego con un esempio. Ad un certo punto all’inizio lei fa una battuta sugli assorbenti, dentro di me ho pensato che fosse una frase divertente ma non ho né riso né sorriso, percependola solo di striscio, questo perché nessun personaggio all’apparenza pare sentirla e, di conseguenza, reagisce anche solo con uno sguardo confuso o un sorriso. Ciò è dovuto alla rapidità del cambio di scena, ma non è il genere di battuta per cui ti scappa una risata spontanea se non si mette qualcosa in più. Come questa ci sono state un sacco di altre occasioni secondo me sfruttate male. C’è stato solo un momento in cui ho riso ad alta voce, ossia per la parodia di sé stesso fatta da un attore molto famoso. Il contesto e l’interazione tra i personaggi ha permesso alla scena di crescere tanto da creare una reazione nello spettatore.
    La storia d’amore e la vita dei protagonisti sono interessanti e anche coinvolgenti, se solo avessero messo più attenzione al lato comico avrebbero reso la commedia decisamente migliore.
    A quanto pare Netflix ancora una volta ha mancato il colpo per poco, era successo il mese scorso e scommetto che accadrà ancora. Bastano piccoli accorgimenti per rendere un film che ha una base buona come questa un piccolo capolavoro. Come fanno a non rendersene conto?
  • Good Sam
    Voto: 4⭐
    La mia opinione: Altro film Netflix, questa volta però più sorprendente che deludente. Il fatto che nessuno ne abbia parlato non ha creato in me aspettative e quindi iniziandolo ero totalmente priva di qualsiasi giudizio sulla storia. La trama parla di una giornalista che inizia a seguire la storia di un buon samaritano che abbandona borse piene di soldi di fronte a case di persone che ne hanno bisogno. Non è difficile capire che direzione prenderà la storia, ma allo stesso tempo si vuole continuare la visione del film per vedere cosa accadrà, come reagiranno i personaggi e dove andrà a finire la trama. Questo è un film semplice, leggero e una commedia romantica perfetta per chi vuole passare un pomeriggio o una serata tranquillo a sognare di ritrovare un borsone pieno di soldi davanti al portone di casa.
  • L’uragano Bianca
    Voto: 3⭐
    La mia opinione: Da quando ho iniziato a vedere RuPaul’s Drag Race mi sono innamorata di molte Drag Queen, quella che però mi ha conquistata più di tutte è Bianca del Rio. Proprio lei è la protagonista di questo film e del successivo che commenterò fra poco. La storia parla di Richard, un professore che viene mandato ad insegnare in una piccola cittadina del Texas. Quando scoprono però che è gay viene licenziato. Per sfidare la scuola e dimostrare le sue capacità di insegnante decide così di tornare sotto mentite spoglie e, con l’aiuto di una amica, si trasforma in Bianca del Rio. L’arrivo di questa nuova insegnante dalla lingua lunga e dallo spirito ribelle metterà in subbuglio la piccola cittadina e inizierà ad aprire le menti di una comunità omofoba. La trama è molto bella e i dialoghi funzionano benissimo, l’umorismo tagliente di Bianca (Roy Haylock) emerge con forza nella storia. Non è un capolavoro però, se non fosse stato per Bianca probabilmente lo avrei bocciato perché è diretto in modo molto semplicistico, forse anche troppo. Nell’insieme funziona e questo è l’importante, sicuramente se avessero avuto un budget superiore il film sarebbe stato impeccabile. Se siete fan della serie oppure volete guardare qualcosa di diverso dal solito, divertente e arguto allora ve lo consiglio.
  • L’uragano Bianca: dalla Russia con odio
    Voto: 4⭐
    La mia opinione: In questo seguito il regista si è decisamente dato da fare e la qualità di tutto il film è nettamente migliorata rispetto al precedente. La storia di Bianca/Richard prosegue quando la sua nemesi del film precedente decide di vendicarsi e lo convince ad andare in Russia per ricevere un premio come insegnante. Il problema però è che in Russia si viene incarcerati per essere gay e quindi Richard deve fare di tutto per sopravvivere al clima teso del paese e salvare un suo amico. In questo film c’è anche una storia d’amore che ha per protagonista un’altra delle Drag Queen più belle, simpatiche e affascinanti:  Katya (mi sento onorata di condividere il nome con lei).
    Così come per il precedente il film denuncia una situazione reale, se in America si può essere licenziati per il proprio orientamento sessuale, in Russia non si è nemmeno liberi di avere un orientamento. Con ironia viene raccontata una situazione difficile e anche triste. Non ero consapevole di queste discriminazioni e sono felice che questi due film mi abbiamo istruita a riguardo. Non vedo l’ora che esca il terzo, forse ambientato in Africa. Per i fan di Bianca del Rio vi informo che ad Agosto verrà in tour in Italia, più precisamente a Roma. Sfortunatamente io non potrò andare a vederla ma se ne avete l’occasione approfittatene e divertitevi anche per me!
  • Parole magiche – La storia di J.K. Rowling
    Voto: 3⭐
    La mia opinione: Non penso ci sia persona al mondo che non conosca J. K. Rowling o non abbia mai sentito nominare Harry Potter, ciò che però ai più è sconosciuto è la storia della scrittrice. Personalmente sapevo solo qualche cosa riguardo a lei, ma nulla di troppo specifico quindi ho approfittato di questo film per conoscerla meglio. Tutta la mia famiglia si è riunita davanti alla TV non appena hanno iniziato a mandare il film e, anche coloro che non sono minimamente interessati al maghetto, sono rimasti affascinati dalla storia della sua autrice. Per quanto ora sia ricca e potente la signora Rowling non ha avuto una vita tutta rosa e fiori, ha attraversato parecchie avversità, scappando da un marito violento, fino al ricevere molti rifiuti per il suo lavoro. Il finale del film è molto affrettato, però il resto è estremamente interessante.
  • Murder Mistery
    Voto: 4⭐
    La mia opinione: Questo è il quinto film Netflix che ho visto a giugno e anche l’ultimo. Nella nuova commedia della piattaforma Jennifer Aniston e Adam Sandler sono due coniugi che vivono una storia ispirata al romanzo Assassinio sull’Oriente Express. In viaggio per festeggiare il loro quindicesimo anniversario incontrano un milionario che li invita a trascorrere la loro vacanza su una nave da crociera. I due però, insieme agli altri ospiti, assisteranno ad un omicidio e saranno i sospettati principali. Tra la Francia e l’Italia saranno alla ricerca del vero colpevole e allo stesso tempo cercheranno di sopravvivere ad una serie di disavventure. Il film è divertente e ricco di azione. Ha scene assurde e paesaggi bellissimi. Il fatto che siano in Italia mi ha fatto piacere la storia anche di più. Come quasi tutti i film Netflix manca di qualcosa, ma grazie alla bravura degli attori riesce comunque a conquistare.


 

SERIE

  • RuPaul’ Drag Race (stagioni da 5 a 11 + stagione 4 All stars e alcuni episodi di dietro le quinte)
    Voto: 5⭐
    La mia opinione: Le mie grandi passioni e ossessioni di giugno sono state tre, due delle quali inerenti al mondo delle Drag Queen di RuPaul. Dopo aver iniziato e maratonato lo scorso mese le prime quattro stagioni della competizione/reality sulle Drag Queens americane ho proseguito e ho concluso ogni episodio disponibile su Netflix della serie principale, dello spin-off sulle vecchie partecipanti e del dietro le quinte. Peccato che non ci sia ogni singolo episodio, ma prima o poi riuscirò a recuperare anche quelli che mi sono persa. Comunque posso solo dire che amo profondamente il programma. Mi sono follemente innamorata di alcune ragazze, ne sto parlando a sfinimento sui social e ho persino scritto un articolo a riguardo a cui vi rimando se ancora non guardate la serie: 10 MOTIVI PER VEDERE RUPAUL’S DRAG RACE
  • UNHhhh (stagione 1)
    Voto: 5⭐
    La mia opinione: Seconda ossessione di cui però sono solo all’inizio e che sono certa proseguirà per gran parte di luglio è questa web serie che ha come protagoniste Trixie e Katya (sono onorata di condividere il nome con lei!), due partecipanti della settima stagione. In questo show Youtube le due Drag parlano di tutto ciò che viene loro in mente, dall’uso di sostanze, alle scuole superiori, dalla religione, alla loro vita sessuale. Sono esilaranti e assolutamente da guardare, soprattutto se pensate di non averle conosciute abbastanza durante la loro stagione, in questo show condividono parecchie esperienze personali che ve le mostreranno sotto una nuova luce.
  • Meteor Garden (stagione 1)
    Voto: 5⭐
    La mia opinione: Terza ossessione del mese è stata la mia prima serie cinese, vista con i sottotitoli in italiano su Netflix. Mai avrei pensato che la barriera linguistica potesse essere totalmente superata e che diventasse una delle mie serie preferite. Fatto sta che dopo pochi episodi mi sono totalmente scordata della differenza linguistica e sono entrata completamente nella storia. All’inizio non mi piaceva moltissimo, ci sono state cose sbagliate, violenze inaccettabili e scuse che non sono arrivate mai. La serie non è perfetta, ma è divertente, crea dipendenza e fa affezionare ai personaggi. Le capacità recitative di alcuni attori, specialmente il protagonista maschile, mi hanno sorpresa tantissimo. La storia racconta di una ragazza che inizia l’università, il primo giorno però uno degli F4, i ragazzi più popolari, le rompe il cellulare e da lì la sua vita viene sconvolta perché proprio quel ragazzo arrogante si innamora di lei. Lui però non sa cosa vuol dire amare, nella sua vita ha sempre avuto ciò che voleva e non è capace di accettare un no. Per la prima volta quindi entrambi saranno messi alla prova e tra disastri intercontinantali, avventure divertenti e tante risate impareranno cosa significa amare qualcuno. La trama sarebbe stata più fluida senza continui flashback, che verso la seconda metà occupano almeno un terzo degli episodi, e anche senza alcune scene, però nel complesso merita tantissimo. Vorrei tanto incominciare un’altra serie cinese, giapponese o coreana ma ancora non so come orientarmi, se ne conoscete qualcuna molto bella su Netflix vi prego di consigliarmela. Comunque ho imparato alcuni termini e spero di continuare ad apprenderne mano a mano che vedrò serie in questa lingua.
  • Good Omens
    Voto: 4⭐
    La mia opinione: Bellissima! Il mio amore per David Tennant è cresciuto ancora di più e non pensavo fosse possibile, questo ruolo è stato fatto su misura per lui. La coppia dei protagonisti è affiatatissima, le diverse trame si incrociano senza difficoltà e la narrazione scorre veloce. Mi ha ricordato un po’ Guida Galattica per Autostoppisti. Tratta da un romanzo questa miniserie segue un angelo e un demone che vogliono evitare la fine del mondo. Segue diversi personaggi, ma nessuno è noioso e, quando si arriva all’incrocio di tutti loro, si raggiunge l’apice della gioia come telespettatori. Vorrei tanto ci fosse una seconda stagione anche se la serie è già conclusa.
  • Jessica Jones (stagione 3)
    Voto: 4,5⭐
    La mia opinione: Ho finito per sempre Jessica Jones e ci sarà un vuoto nella mia vita d’ora in poi. Jessica, anche se non lo ha mai voluto, è diventata un’eroina. È stata in grado di mostrare come una donna, pur rimanendo se stessa, con i suoi pregi e i suoi difetti, sia in grado di affrontare le difficoltà della vita e rialzarsi sempre più forte, imparando a credere in sé e facendo affidamento tanto sulla sua intelligenza quanto sulle sue abilità. Rimarrà per sempre una delle mie supereroine preferite 🖤
  • The Office (stagioni 1, 2, 3, 4)
    Voto: 4⭐
    La mia opinione: Ho sempre voluto incominciare questa serie perché viene citata spesso sui social. Finalmente l’ho trovata su Amazon Prime e ho subito incominciato a maratonare le nove stagioni. Ammetto che il primo episodio non mi aveva convinto, dopo averlo visto ero indecisa se proseguire o meno, nel mio subconscio pian piano però è cresciuta l’idea di volerla vedere ad ogni costo e di ritorno da un esame universitario ho deciso di iniziarla sul serio. È inutile dire che ora non riesco più a staccarmi. La serie è divertente, ma non in modo scontato, bensì fa humor su argomenti difficili come etnia, sessualità, sul ruolo della donna e quello dell’uomo. Sono battute che in altri contesti condanno, ma qui c’è intelligenza dietro ogni parola, si cerca di far ridere e allo stesso tempo di insegnare qualcosa, mettendo in ridicolo quei personaggi che non riescono a comprendere e a rispettare pienamente gli altri.

Buona visione,

Caty


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...