LADRA DI CUORI di J. R. Ward – Recensione

Ladra di cuori di J. R. Ward è il sedicesimo libro della serie La confraternita del pugnale nero pubblicata in Italia da Rizzoli.

Ho recensito anche il libro precedente: La prescelta

PhotoGrid_1554721082229


 

TRAMA

Dietro le sbarre di una cella angusta, Sola aspetta il ritorno del suo aguzzino. Ma questa notte ha un piano. E se funzionerà, se uscirà viva da quel buco maledetto, sparirà per sempre e nessuno potrà più farle del male. Un anno dopo quella notte, ormai lontana da Caldwell e dalla sua precedente vita di scassinatrice, l’unica cosa a cui Sola deve pensare è proteggere se stessa e la sua amata nonna dalla famiglia dell’uomo che l’aveva rapita, il signore della droga rimasto ucciso durante la sua fuga. La mente della ragazza, però, continua a tornare al passato, al solo uomo che le sia mai stato vicino: Assail, trafficante d’armi per la Confraternita del Pugnale Nero, occhi color argento e – ma lei non lo sa – vampiro. Di certo sa che, voltando le spalle a Caldwell, ha cancellato ogni possibilità di un futuro con Assail. Quando però lui finisce in coma, Sola capisce di essere l’unica in grado di ridare al vampiro una ragione per lottare, e dovrà scegliere se lasciarlo morire o affrontare il passato. Inseguita dal mondo che aveva deciso di abbandonare, si troverà coinvolta in una guerra di cui non comprende il senso, mentre serpeggia la minaccia di un nuovo letale nemico. E una volta scoperta la natura di Assail, seguirà il cuore accettando il suo amore totale, oppure cederà alla paura di dover vivere per sempre in una notte eterna?


 

RECENSIONE

 

Questo è il sedicesimo romanzo della serie quindi penso che, se siete giunti fin qui, ormai saprete di cosa tratti La confraternita del pugnale nero.

In questo nuovo romanzo seguiamo la storia d’amore tra Assail e Sola, ma anche quella tra gli ormai già conosciutissimi Jane e Viscious. Questi ultimi vivono una storia realistica, i due infatti vivono la felicità della loro unione, così come le difficoltà di un rapporto di coppia. La storia tra Assail e Sola invece è stata una delle più attese dei lettori e penso che ci saranno molti che ameranno ciò che J.R. Ward ha deciso di raccontare e alcuni che penseranno che non sia abbastanza, forse dopo una così lunga attesa si aspettavano qualcosa in più e posso capirli, ma per me è impossibile non amare questi libri, con i loro pregi e difetti.

Il romanzo inizia con Assail in coma, l’unica in grado di dargli una mano sarà Sola. Grazie a lei infatti Assail si risveglierà e si riprenderà. Allo stesso tempo Jane e Viscious affrontano i loro problemi, questa coppia è una delle mie preferite della serie e sono felice che siamo riusciti a seguire le loro vicende più da vicino anche in questo libro.

I rapporti cambiano, i protagonisti crescono ed emozionano proprio come negli altri libri della serie. C’è un po’ di ripetitività in questa storia, ma grazie ai nuovi antagonisti riusciamo a vedere qualcosa di diverso rispetto all’inizio della serie.

Lo stile resta scorrevole e il romanzo molto passionale, penso che ormai conosciate la Ward abbastanza per comprendere come sia impossibile mettere giù un suo libro una volta iniziato.

Non mi stanco mai di questa serie e sono già pronta a leggere il seguito.

Buona lettura

E.


Una risposta a "LADRA DI CUORI di J. R. Ward – Recensione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...