Slayer di Kiersten White – Recensione

Slayer di Kiersten White è l’ultimo romanzo uscito questo mese in lingua dell’acclamata autrice americana che fa un salto nell’universo di Buffy.

Voto: ⭐⭐⭐⭐⭐

ce863d9ad4ebca8c206ba73ccfce2d8a

TRAMA IN INGLESE

Nina and her twin sister, Artemis, are far from normal. It’s hard to be when you grow up at the Watcher’s Academy, which is a bit different from your average boarding school. Here teens are trained as guides for Slayers—girls gifted with supernatural strength to fight the forces of darkness. But while Nina’s mother is a prominent member of the Watcher’s Council, Nina has never embraced the violent Watcher lifestyle. Instead she follows her instincts to heal, carving out a place for herself as the school medic.

Until the day Nina’s life changes forever.

Thanks to Buffy, the famous (and infamous) Slayer that Nina’s father died protecting, Nina is not only the newest Chosen One—she’s the last Slayer, ever. Period.

As Nina hones her skills with her Watcher-in-training, Leo, there’s plenty to keep her occupied: a monster fighting ring, a demon who eats happiness, a shadowy figure that keeps popping up in Nina’s dreams…

But it’s not until bodies start turning up that Nina’s new powers will truly be tested—because someone she loves might be next.

One thing is clear: Being Chosen is easy. Making choices is hard.

RECENSIONE

Slayer è stata una lettura sorprendente. Per tutti gli amanti di Buffy l’ammazzavampiri sarà magnifico tornare nel Buffyverse anche se in circostanze un po’ particolari. Questo libro infatti inizia qualche anno dopo la fine della serie tv e segue Nina, figlia del primo Osservatore di Buffy (quello del film), che ha una sorella gemella Artemis e che con lei e la madre vivono in Irlanda, nel castello degli Osservatori.

A causa di Buffy però tante cose sono cambiate: gli Osservatori si sono quasi estinti, la magia è scomparsa e ci sono Cacciatrici in tutto il mondo, non più una sola.

Nina nutre un profondo risentimento verso la Prescelta e, mentre studia medicina e trascorre le giornate con i pochi rimasti al castello degli Osservatori, sente che qualcosa in lei è cambiato. Dal giorno in cui è scomparsa la magia lei si sente diversa, più forte, agile e piena di energie, proprio come se fosse una Cacciatrice. Questo suo cambiamento si ripercuoterà su di lei e chi la circonda, innescando una serie di eventi e catastrofi da prevenire. Tra una profezia, un demone giallo e il ritorno al castello del primo amore Nina si troverà impegnata a risolvere molti misteri e a scoprire segreti celati da ancora prima che nascesse.

La storia è divertente, affascinante e nostalgica. Ero scettica all’inizio, ma sapevo di dover leggere questo libro. Per fortuna l’ho fatto perché è stata una esperienza unica. È stato bello tornare nel mondo delle Caccuatruxi e rivedere Buffy, anche se solo attraverso gli occhi di Nina. Tutti i riferimenti alla storia principale mi hanno messo il sorriso e ricordato episodi che avevo quasi rimosso.

Nina mi è piaciuta molto e anche i suoi amici, la sua storia è interessante e con la giusta dose di azione.

Una volta concluso avrei voluto che fosse già uscito il sequel o la serie tv basata sulla storia perché ne volevo ancora e ancora.

In passato ho avuto alcuni problemi con lo stile di scrittura dell’autrice, ma questa volta ho divorato il romanzo, senza mai fermarmi o rallentare. Non riuscivo letteralmente a metterlo giù.

Forse è stato il mio amore per Buffy, forse ho preso in mano il libro proprio nel momento perfetto, ma penso che probabilmente questa sarà una delle mie letture preferite dell’anno e un libro che rileggerò anche in futuro.

Devo dire però di aver previsto quasi tutto, solo un tipo di demone non avevo identificato, ma tutto il resto si è sviluppato come mi aspettavo. Il fatto che abbia previsto tutto però non ha reso la lettura meno emozionate, anzi mi è piaciuto vedere come gli eventi hanno preso luogo.

Credo che ciò che abbia reso speciale il racconto siano stati i personaggi, in particolare Nina. Sua sorella Artemis però è stata terribile, quanto la sorella di Rossella in Caraval per darvi un’idea. Spero che si redima in qualche modo nel prossimo romanzo, più che per le sue azioni, per il suo carattere assolutamente detestabile.

Il mondo ha bisogno di più Cacciatrici. Non vedo l’ora di perdermi ancora nel Buffyverse. Credo sia arrivato il momento di un re-watch!

Buona lettura,

Caty


3 risposte a "Slayer di Kiersten White – Recensione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...