La scrittrice del mistero di Alice Basso ~ Recensione

La scrittrice del mistero è il quarto romanzo della serie di Alice Basso pubblicata da Garzanti. Le avventure di Vani Sarca sono in assoluto le mie preferite. Tra un’infinità di sarcasmo, molto cinismo e tanti riferimenti letterari la talentuosa ghostwriter affronta sempre casi particolari e scrive romanzi di ogni tipo. Imparo più cose leggendo i libri di Alice Basso che studiando per ore e ore, si salta dalla psicologia, alla narrativa, a nozioni completamente diverse tra loro, ma che rendono Vani Sarca la protagonista più intelligente mai incontrata in un romanzo.
Voto: 🌟🌟🌟🌟🌟

La ghostwriter di Babbo Natale: un racconto di Natale di Vani Sarca (#0.5)
L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome (#1): recensione
Scrivere è un mestiere pericoloso (#2): recensione
Non ditelo allo scrittore (#3): recensione

0a6e5a48191c0765735b7a4783f9700c

TRAMA

Niente può fermarla
Perché scrivere è la sua missione
E solo i libri possono indicarle la strada

Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché così può scrivere nel chiuso della sua casa, in compagnia dei libri e lontano dal resto dell’umanità, per la quale non ha una grande simpatia. Ma soprattutto perché può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. Una empatia innata da cui il suo datore di lavoro sa come trarre vantaggio. Lui sa che solo Vani è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori viventi di thriller del mondo. E non importa se le chiede di scrivere una storia che nulla ha a che fare con i padri del genere giallo che lei adora, da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Vani è comunque la migliore. Tanto che la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e le ha chiesto di collaborare. E non con un commissario qualsiasi, bensì Berganza, la copia vivente dei protagonisti di Raymond Chandler: impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che i due fanno indagini a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l’altro, tra un colpo di genio di Vani e l’altro qualcosa di più profondo li unisce. E ora non ci sono più scuse, non ci sono più ostacoli: l’amore può trionfare. O in qualunque modo Vani voglia chiamare quei crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l’happy ending va conquistato, agognato, sospirato. Perché il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Andare oltre il suo astio per aiutarlo è difficile e proteggere la sua nuova relazione lo è ancora di più. Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e che può tessere trame più ordite del più bravo degli scrittori.

RECENSIONE

Leggere La scrittrice del mistero è come tornare a casa dopo una vacanza. Familiare, confortevole, ma allo stesso tempo diverso. Vani è cambiata rispetto a quando l’abbiamo conosciuta, mentre sotto alcuni punti di vista è rimasta sempre la stessa.

Questo romanzo comincia esattamente da dove si è concluso il precedente, lei ha scelto Berganza a Riccardo e ora il commissario e la scrittrice devono imparare a muovere i primi passi come coppia. Tra i due c’è stata sempre chimica, ma finalmente vediamo la loro connessione trasformarsi in qualcosa di più. La sua vita privata però non ha mai la precedenza e, infatti, tra un nuovo romanzo da scrivere per un autore di Thriller e una indagine che riguarda Riccardo, il suo ex fidanzato, minacciato di morte da qualcuno che sorprendente non è lei, Vani si ritroverà un’altra volta a dover entrare nella mente di chi la circonda per risolvere e creare lei stessa misteri.

In questo libro la nostra amata protagonista deve imparare a conoscere sé stessa. I crampi allo stomaco quando tra lei e Berganza va tutto per il verso giusto, la sua abituale solitudine che viene soppiantata dalla presenza della famiglia che si è scelta, sua sorella che per la prima volta sembra darle retta, sono solo alcuni dei cambiamenti più importanti della sua vita.Ancora una volta la narrazione del presente si accompagna a flashback che ci fanno capire meglio sia Vani che sua sorella. Il carattere duro e cinico della scrittrice viene messo continuamente a dura prova e, non per la prima volta, sembra cedere lasciando per un po’ il posto a qualcosa di diverso.

Leggendo questo romanzo ho riso tantissimo, ho trovato nuove citazioni che userò nel quotidiano (“La ucciderò a colpi di dizionario nelle tempie”, “È una deiezione canina sotto la scarpa dell’universo”) e mi sono emozionata nel vedere Vani veramente felice.

Il mistero da risolvere è diverso dai precedenti e forse meno spaventoso e pericoloso, però sempre interessante. Le capacità empatiche della protagonista saranno ancora una volta l’elemento essenziale per la risoluzione del caso, così come saranno fondamentali per il nuovo lavoro proposto dal suo capo.

I libri di Alice Basso si leggono ad una velocità incredible perché non si riesce a fare altro finché la storia non si è conclusa. Il problema però è che bisogna attendere un anno per il successivo. Io sin da quando ho letto il primo sostengo che dovrebbe uscirne uno al mese, è una necessità, un bisogno indispensabile alla mia salute psicofisica.

Dovete assolutamente leggere questo libro e anche i precedenti se ancora non lo avete fatto. A mio parere è la migliore serie italiana in circolazione e non potete perdervela.

Buona lettura!
• Caty •

Annunci

2 risposte a "La scrittrice del mistero di Alice Basso ~ Recensione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...