Wintersong di S. Jae-Jones ~ Recensione

Wintersong di S. Jae-Jones è un libro edito Newton Compton dalla copertina stupenda e dalla storia molto originale. Ho allo stesso tempo amato e odiato questa storia, è bellissima ma ci sono stati momenti che mi hanno davvero fatto sentire a disagio e ancora adesso non ho le idee chiare a riguardo, ma ne parlerò meglio nel corso della recensione.

Voto: 🌟🌟🌟🌟

‼ La storia contiene scene che posso turbare un pubblico giovane. ‼

wintersong_9246_-1

Titolo: Wintersong
Autore: S. Jae-Jones
Editore: Newton Compton
Uscita: 26 ottobre 2017
Pagine: 448
Prezzo: 10,00€
Prezzo e-book: 4,99€

TRAMA

È l’ultima notte dell’anno. Ora che si sta avvicinando l’inverno, il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa… Per tutta la vita, Liesl ha sentito infiniti racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. È cresciuta insieme a quelle leggende che hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso è diventata grande, ha ormai diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come tanti minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong di S. Jae-Jones trasporta il lettore in un mondo indimenticabile.

RECENSIONE

Elizabeth, chiamata anche Liesl, è la primogenita di tre figli, nata in una famiglia di locandieri e musicisti, ha dovuto sempre celare la sua passione per la musica lasciando spazio al fratello più piccolo e al suo violino. Ora ha diciannove anni e, dopo essere cresciuta con i racconti del Re dei Goblin, non potrebbe mai immaginare che le favole della nonna presto sconvolgeranno la sua vita. In un improvviso evolversi degli eventi Elizabeth dovrà affrontare un viaggio nel mondo dei Goblin, sfidare la sorte e confrontarsi con una maledizione che affligge da secoli umani e mostri.
Tra musica, illusioni e sentimenti forti si verrà trasportati alla corte sotterranea e si dovrà affrontare insieme alla protagonista i labirinti di un cuore così misterioso e tormentato come quello del Re dei Goblin.

Non è certamente un libro che si legge velocemente, richiede tempo e concentrazione per comprendere le dinamiche e l’aspetto, in un certo senso, duale della storia. Il presente si divide molto spesso in realtà ed apparenza, sfocando i confini tra le due e confondendo a volte durante la lettura. Le atmosfere magiche e musicali emergono delicate a tratti come note precise su uno spartito, o tormentate come una sinfonia scritta d’impulso.

Il romanzo è interessante e non si riesce a smettere di leggere, nonostante il bisogno di pause per assorbire al meglio tutte le informazioni.
Le descrizioni rallentano la lettura, ma sono necessarie per vedere il mondo che viene presentato dipingersi davanti ai propri occhi.
Solitamente non sono una fan dello stile super descrittivo, ma in questa storia ho adorato ogni dettaglio e mi sono ritrovata a rileggere alcuni passi per comprendere ogni particolare. I riferimenti musicali fanno risuonare le parole nella mente come una melodia senza fine, durante la lettura sono stata infatti accompagnata in ogni passo dalla sensazione di sentire la musica attraverso le pagine.

È la prima volta che leggo una storia sui Goblin e la mia avidità di informazioni è stata pienamente appagata dell’autrice che, in modo graduale, ci parla di questi esseri e di altre creature che popolano il sottosuolo con loro.
I personaggi che compaiono maturano insieme alla trama e alla fine del libro li si osserva con occhi totalmente diversi, senza più pregiudizi o timori.

Lo stile narrativo che accompagna il racconto all’inizio può apparire un po’ confusionario, ma, una volta compreso che la memoria della protagonista non è sempre affidabile a causa della capacità del Re dei Goblin di cancellare la memoria, tutto acquista chiarezza. Avrei preferito vedere una maggiore separazione tra i momenti veri e quelli dimenticati o non realistici, magari evidenziati da caratteri di scrittura diversi, però se si legge con calma e attenzione dopo poco si entra nel racconto e non si hanno più molte difficoltà a distinguere i momenti.

Quello che mi ha invece lasciato interdetta più volte è stato il fatto che alcune scene fossero davvero spinte. Per farvi capire, se conoscete la serie True Blood ci sono episodi in Wintersong che richiamano quel livello di perversione con le sue feste fuori dall’ordinario e momenti senza censura. Comprendo perché siano presenti alcune scene di sesso, ovviamente servono per comprendere la trama e la relazione che si instaura tra i protagonisti, ma non c’era bisogno di così tante informazioni. È stata dura metabolizzare tutto, sopratutto perché in alcuni momenti sembravano solo eccessive e non emozionanti. Mentre leggevo passavo dall’esultare di gioia, allo storcere il naso nel giro di un paio di pagine. Avrei dato volentieri cinque stelle alla storia, lo stile,   l’originalità e la crescita dei personaggi le meritano tutte, ma questi momenti eccessivi sono stati una grande parte della narrazione e non posso ignorarli.

Nonostante questo ho davvero amato ogni altro aspetto e l’aver scoperto il mondo dei Goblin per la prima volta. Non vedo l’ora di leggere il seguito e consiglio il romanzo soprattutto se siete in cerca di una lettura autunnale o invernale. Le atmosfere sono perfette da leggere in queste stagioni e vi avvolgeranno in un insieme di note e parole legandovi alla storia fino alla sua conclusione.

Buona lettura!
• Caty •

Annunci

8 risposte a "Wintersong di S. Jae-Jones ~ Recensione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...