Il cuore dell’Ombra di D’Amico, Iorio, Ricci (Recensione)

Il cuore dell’Ombra  di D’Amico, Iorio, Ricci è una Graphic Novel pubblicata da Tunué lo scorso giugno. Tutti i bambini italiani credo conoscano la filastrocca dell’Uomo Nero che si nasconde nell’ombra e terrorizza di notte. In questa storia scopriamo che i mostri esistono e che non tutto è come sembra.

Voto: 🌟🌟🌟🌟

il-cuore-dell-ombra-tunue

TRAMA

Luc è un bambino occhialuto, ha origini italofrancesi, una madre iperprotettiva e un grosso problema: vive da sempre nella paura a causa dell’Uomo Nero, un tizio smilzo e dal volto affilato che lo assale nel cuore della notte. Luc cerca di scacciarlo in tutti i modi, finché viene risucchiato nel suo mondo, dove le cose sono grigie, sghembe e ritorte, e i mostri temono lui quanto lui teme loro. Questo è l’inizio di un viaggio durante il quale l’Uomo Nero farà da guida al bambino che, catapultato in luoghi esotici e pregni di folclore, imparerà ad affrontare l’ignoto e, con esso, ognuna delle sue paure. A venirne fuori è una storia pirotecnica sulla commistione tra il bene e il male, in cui la tensione si sposa alla leggerezza in un continuo rimpallo tra tinte scure, linee forti e colori cangianti.

RECENSIONE

Crescere con la paura del buio è normale, tutti siamo spaventati da qualcosa. Luc però è terrorizzato da quasiasi cosa: il cane dei vicini, i bulli a scuola, ma soprattutto l’Uomo Nero che viene a trovarlo ogni notte. Nonostante il terrore che prova verso questa sorta di Damerino, uno spiacevole incidente farà sì che Luc e l’Uomo Nero scoprano di potersi toccare. In cerca di una spiegazione i due attraverseranno il Regno delle Ombre e viaggeranno fino all’altro capo del mondo per raggiungere la verità.
Il rapporto tra lo spaventato Luc e l’Uomo Nero subirà una bella evoluzione e, tra l’umorismo di quest’ultimo e la crescente fiducia di Luc verso l’Ombra, la storia prenderà una svolta particolare facendo riflettere sulle proprie paure e su quanto queste possano influenzare la nostra vita e quella di chi ci circonda.
I mostri sono divertenti e sarcastici, tutt’altro che spaventosi nonostante l’aspetto inquietante. Grazie a loro si capisce subito quanto i pregiudizi influenzino la nostra opinione sulle Ombre e come anche quelle più spaventose possano rivelarsi amici preziosi.
Il contrasto tra luce e oscurità mette in risalto il viaggio di Luc e il cambiamento della storia. Le pagine dettagliate quasi completamente nere vengono intervallate da esplosioni di luci e colori, vivacità e semplicità.
Questo percorso verso la verità permetterà a Luc di combattere contro le proprie paure e di risolvere misteri che non avrebbe mai immaginato di poter svelare.

Il cuore dell’Ombra mi ha colpita per i colori, per i disegni e prima di tutto per la copertina. La storia è molto carina e divertente e, se si presta attenzione, è possibile vedere il significato profondo rappresentato tra le pagine e i disegni. Le avventure di Luc e dell’Uomo Nero sono perfette per i lettori più piccoli, questa Graphic Novel però sono sicura che può essere apprezzata molto anche dai lettori più grandi che ameranno ritrovarsi immersi in un mondo diviso tra sogno e realtà.

Buona lettura!
• Caty •

Annunci

3 risposte a "Il cuore dell’Ombra di D’Amico, Iorio, Ricci (Recensione)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...