Ti odio, anzi no, ti amo di Sally Thorne (Recensione)

The Hating Game, tradotto in italiano Ti odio, anzi no, ti amo,, è un romanzo di Sally Thorne uscito in Italia grazie ad Harper Collins il 3 Ottobre 2016. Devo precisare che ho letto il libro in inglese seguendo i suggerimenti delle lettrici americane e non ho realizzato, fin quando non sono arrivata a metà, che questo libro era stato pubblicato anche qui. Avevo visto più volte la copertina italiana, ma tra il titolo e come si presentava non mi aveva convinto. Ho rivalutato completamente la storia adesso che ho concluso la lettura, amando leggere qualcosa di leggero e passionale, breve ma intenso. Se mai mi capiterà il libro in italiano tra le mani sicuramente lo rileggerò, anche se mi dispiace non aver associato le due versioni prima. Questo è il romanzo di debutto dell’autrice che presto tornerà in libreria con un nuovo e imperdibile romanzo.

Voto: 🌟🌟🌟🌟🌟

3989c1d0b75cdcff2a3773d74c33a81f

Trama

Lucy Hutton è convinta che l’impiegata modello si becchi, prima o poi, l’ufficio migliore (e relativa promozione). Per questo è servizievole e accomodante, lavoratrice indefessa ma carina e gentile con chiunque. Per questo tutti la amano alla Bexley & Gamin. Tutti tranne il freddo, efficiente, impeccabile e fastidiosamente attraente Joshua Templeman. E il sentimento è reciproco. Costretti a condividere lo stesso cubicolo per 40 ore la settimana, più svariati straordinari che è meglio non quantificare, hanno iniziato a lanciarsi continue e ridicole sfide, in un gioco al rialzo che sembra impossibile da fermare. C’è il Gioco degli Sguardi, il Gioco dello Specchio e nessuno dei due sopporta di perdere. Fino a quando in ufficio si comincia a parlare del Gioco della Grande Promozione. Se Lucy vince, diventerà il capo di Joshua. Se perde… meglio non pensarci. Ma allora, con la sua carriera in ballo, per non parlare dell’orgoglio, perché Lucy comincia a fare sogni sempre più torridi sull’odiato collega? E perché si veste per andare al lavoro come se invece dovesse recarsi a un appuntamento sexy? Dopo che un’innocente corsa in ascensore diventa il teatro di un bacio indimenticabile tra i due, Lucy ha finalmente la sua risposta: forse lei non odia Joshua. E forse nemmeno lui odia lei. Forse è tutto il contrario. Oppure è solo un altro gioco?

 

Recensione

Amo le storie d’amore! Vivo letteralmente per quei sentimenti sussurrati tra le pagine, quelle confessioni che nascono dal cuore e trasformano una semplice storia in qualcosa di indimenticabile e passionale. Il romanzo di Sally Thorne è proprio così. Mi ha piacevolmente sorpreso e, nella sua semplicità, è stato intenso e divertente.
La storia racconta di Lucy e Josh, due colleghi di lavoro che dividono un ufficio e che si fanno guerra ogni giorno da tre anni. Si odiano e sono costretti a continuare a lavorare insieme fino a quando, però, una grande opportunità lavorativa si affaccia nel loro futuro e le carte in giorno cominciano a cambiare. Pagina dopo pagina scopriamo di più sui due protagonisti e le loro interazioni, su quello che si nasconde nelle loro menti e sulla particolarità della loro vita fuori dall’ufficio. I sentimenti che li legano, così come l’elettricità che scorre tra i due sono innegabili e rendono il tutto più interessante. La lettura non è superficiale, né scontata, ma lascia quella sensazione di leggerezza unita a soddisfazione tipica di una bella storia d’amore.
Il titolo italiano sembra rivelare tutto, ma vi assicuro che è più di ciò che appare in superficie.
All’inizio pensavo di imbattermi nella tipica storia d’amore che nasce dal nulla e si perde nel nulla, invece il rapporto tra i due si sviluppa progressivamente aggiungendo pezzi al puzzle che si forma pagina dopo pagina, disastro dopo disastro, gioco dopo gioco.
Tra momenti imbarazzanti, divertenti, personaggi realistici e veri, che perdono la testa per nulla e passano la notte svegli a pensare a tutto e niente come succede a tantissimi di noi, questo libro permette di entrare in un ufficio e nella vita di qualcun altro per qualche ora. Leggere storie d’amore non piace a tutti, ma per chi come me adora arrivare alla parte del libro dove finalmente i protagonisti si trovano, affrontato le proprie paure e insieme sconfiggono i propri demoni, allora vi piacerà moltissimo questa storia. Ciò che mi ha fatto amare tanto il romanzo credo siano la leggerezza e il poco impegno che bisogna adoperare per leggerlo, con questo intendo dire che è bello non preoccuparsi troppo per come finirà, se ci saranno colpi di scena stressanti o momenti estenuanti. Questo libro è invece una boccata d’aria fresca necessaria e che lascia il sorriso sulle labbra.
I personaggi mi sembrano così reali da farmi credere di poterli incrociare per strada o a lavoro. Vorrei che la storia non fosse già conclusa e poter leggere cosa succede dopo, cosa ci possono ancora regalare le pagine di questo romanzo. Sicuramente sono rimasta sorpresa dall’ultimo bellissimo capitolo che mi ha fatto comprendere fino in fondo la profondità e la sincerità dei sentimenti che si leggono, se solo le storie belle non finissero mai!

Buona lettura!
• Caty •

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...