Passenger di Alexandra Bracken (Recensione)

Passenger di Alexandra Bracken è un romanzo pubblicato il 28 marzo 2017 da Sperling & Kupfer. Forse avete sentito parlare di questa autrice per la sua trilogia The Darkest Minds (inedita in Italia) che presto diventerà un film. Passenger è un libro originale e che ha ricevuto tantissime recensioni positive da lettori di tutto il mondo quindi potete immaginare la mia gioia nel vederlo tra le uscite italiane. Grazie alla Sperling & Kupfer nel giro di un mese uscirà anche il seguito così da permetterci di leggerli uno dopo l’altro e concludere subito questa storia.

Voto: 🌟🌟🌟🌟

978882006129_Bracken_PASSANGER_300X__exact

Titolo: Passenger
Autore: Alexandra Bracken
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 28 marzo 2017
Pagine: 420
Prezzo: 18,90

Trama

In una terribile notte, Etta Spencer – giovanissima violinista – perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino ad ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare al proprio tempo, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, il capitano della nave. Ma i suoi tentativi per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio, tempo, tradimento e amore.

Recensione

È stato arduo trovare una votazione per Passenger. Le mie aspettative erano altissime e prevedevo fuochi d’artificio ad ogni pagina. Sfortunatamente questo non è successo, ma la bellezza del libro certo non passa inosservata.
Siamo nel 2015 a New York, Etta Spencer sta per esibirsi con il violino davanti ad un pubblico raffinato. La sua insegnante Alice e sua madre Rose sono lì per lei e, nonostante l’agitazione, la vita di Etta sembra andare come pianificata. Ha rinunciato a tutto per suonare e le è rimasto solo il suo strumento e la sua anziana insegnante a darle supporto, tutto pur di ottenere ciò che desidera e avere il futuro che ha programmato. Le cose però non vanno come si immagina e scopre in modo alquanto turbolento di poter viaggiare nel tempo. Inizia così una missione epica per riavere indietro la sua vita e far tornare tutto alla normalità. Accompagnata da Nicholas, un giovane pirata del Settecento, scoprirà la verità sulle sue origini e i misteri che si celano dietro il velo del tempo.

Mi dimentico chi sono, con te. Dimentico le regole. Dimentico ogni essere vivente su questo mondo.

Lo stile poetico e descrittivo è un po’ pesante ma rende tutto più interessante. Alexandra Bracken ha un talento speciale nel mettere sulla pagina scene d’azione così vivide da vederle davanti ai propri occhi, a volte è un po’ frettolosa in alcuni passaggi, ma compensa largamente in altri momenti. Il suo stile permette di immergersi nel pieno della battaglia e anche un solo momento d’azione, così come da lei descritto, mi fa comprendere perché ami tanto leggere.

Gli scrittori non sono perfetti, ma ogni tanto alcuni di loro riescono a regalarci momenti speciali attraverso la loro penna. Che sia su una nave nel 1776, nella Damasco del 1599 o nella New York dei nostri giorni, perdersi completamente e ritrovarsi nel mezzo dell’azione è emozionante e riempie di eccitazione, fa nascere dentro di noi una consapevolezza nuova e ci fa sentire in grado di fare qualsiasi cosa. L’impossibile diventa possibile e saltiamo dall’ordinario allo straordinario.

Non puoi immaginare la distanza che attraverserei per te.

Etta e Nicholas sono alla ricerca di risposte e affrontano un viaggio tra terra e mare, spazio e tempo pur di raggiungere il loro obbiettivo. Etta è forte e coraggiosa, spaventata, forse, ma in grado di reagire anche nella più surreale delle situazioni. Nicholas ha un cuore d’oro e porta su di sé una croce che non dovrebbe. I sensi di colpa e quello del dovere lo portano ad agire mettendo il bene degli altri davanti al suo e dimenticando cosa sia l’egoismo. La dolcezza e sicurezza di Nicholas, unite alla avventatezza e determinazione di Etta saranno un mix perfetto e interessante. Tra viaggi, colpi di scena e temi importanti il lettore riesce ad attraversare un mare di pagine e a sopravvivere alla tempesta di parole.

L’amore era egoista, non era forse così? Faceva desiderare agli uomini onesti cose a cui non avevano diritto. Isolava le persone dal resto del mondo, cancellava persino il tempo, buttava via la ragione. Faceva vivere in pieno sprezzo dell’inevitabile. Faceva desiderare il corpo e la mente di un altro, faceva pensare di meritarsi di possedere il loro cuore, e scavarsi un posto al suo interno.

Ho apprezzato leggere di un protagonista di colore e della sua visione del mondo. I dettagli storici sono precisi e accurati permettendoci di avere una visione diretta sulla realtà e il modo di pensare delle varie epoche. Il confronto poi tra il modo di vedere moderno di Etta e quello arretrato di Nicholas è qualcosa di unico e nuovo. La trama intricata e lo stile corposo procedono in un alternarsi di avventure e scoperte lasciandoci con un finale inaspettato e in sospeso.

Il libro è assolutamente da leggere se amate le storie di viaggi nel tempo, pirati e avventura. Diverse culture si fondono tra le pagine raccontano una serie di vicende fuori dall’ordinario e che capita poche volte di incontrare in un romanzo.

Buona lettura!
• Caty •

Annunci

6 risposte a "Passenger di Alexandra Bracken (Recensione)"

  1. Mi ispira molto questa lettura. Le storie di viaggi nel tempo mi piacciono molto, perciò dovrei proprio leggerlo, anche se l’idea di base mi ricorda quella della triologia delle gemme (di cui ho visto solo i primi due film)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...